SUL METODO

I sistemi di acquisizione dei dati sono principalmente tre: fotografia, scansione digitale, disegno.

I soggetti vengono fotografati, scansionati o disegnati per documentarne con chiarezza il decoro, la forma, lo stile, affinché divengano fonte di ispirazione, come nel Rinascimento avvenne con il mondo classico.

Le idee creative generate dalla documentazione saranno alla base del nuovo design dei prodotti in collaborazione con le aziende.

Il catalogo di Forme dal Passato è pensato per uso interno, non per realizzare materiale scientifico e tecnico, ciò significa che avremo foto architettoniche di scorcio, di oggetti nelle vetrine dei musei, fotocopiate, e tutto quello che riusciremo ad ottenere per liberare la forza del design dei secoli.

La mission di Forme dal Passato è documentare i tratti che caratterizzano le forme e il decoro, cogliendone le somiglianze, le diversità e la continuità nel tempo.

Per non perdere il filo di questa vasta ricerca ogni elemento acquisito per il nostro archivio interno riporterà la data e il luogo esatto della sua acquisizione, una descrizione, la motivazione della scelta, eventuali riscontri e collegamenti, note su problemi legati alla riproduzione e tutte le informazioni possibili che riusciremo a rintracciare.

Il metodo di ricerca con cui opera Forme dal Passato riporta alla vita i design dimenticati, quindi è esso stesso parte integrante della storia dell’oggetto e serve a mostrarne il valore.

La nostra storia è legata a quella dei nostri oggetti, i cacciatori di tendenze di Forme dal Passato omaggiano i loro predecessori narrando con impegno la loro storia e delle loro creazioni.

Nessun commento:

Posta un commento